S&P conferma il rating dell’Italia, ma taglia l’outlook a negativo: “Crescita si fermerà all’1,1%”

Dopo la bocciatura di Moody’s, arriva il verdetto dell’altra agenzia statunitense che lascia il giudizio a BBB, dunque a due gradini dal temutissimo “non investment grade”. Le previsioni di crescita del governo sono ottimistiche e il debito smetterà di calare. Il deficit del…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi